Tu sei qui:
Sasso Marconi Foto»News»Eventi»17 Gennaio 2010 – Pubblica Assistenza di Sasso Marconi – Missione compiuta

17 Gennaio 2010 – Pubblica Assistenza di Sasso Marconi – Missione compiuta

Nella notte dell’otto Gennaio, a Verdellino (Bg), alcuni sciagurati privi di scrupoli hanno forzato le serrature di alcuni garage della zona.
Fin qui nulla di nuovo,putroppo le cronache raccontano ogni giorno episodi di furti ai danni di aziende e privati, la triste notizia è che questa volta tra i beni rubati vi era un furgone, un Fiat Scudo per il trasporto delle persone disabili di proprietà della famiglia di Ivan.
Ivan e’ un ragazzo di 19 anni disabile dalla nascita, che frequenta l’istituto ITIS ”Oberdan” di Treviglio e che, nel pomeriggio, svolge terapie riabilitative presso una piscina della zona.
La sua unica possibilità di muoversi, essendo su una sedia a rotelle, era legata al furgone rubato alla famiglia del giovane.
Le istituzioni infatti garantiscono solo i viaggi di andata e di ritorno verso l’istituto scolastico, così i genitori del giovane per gestire al meglio gli spostamenti e le attività del loro ragazzo avevano acquistato un mezzo privatamente allestendolo per il trasporto di persone disabili.
La famiglia trovatasi in serie difficoltà, lancia un appello raccolto dalla redazione del tg di Italia 1,”Studio Aperto” che trasmette un servizio sulla disavventura capitata al giovane bergamasco.
Davanti alla tv milioni di persone stanno guardando e ascoltando la vicenda di Ivan, tra loro c’è un socio della Pubblica Assitenza di Sasso Marconi.
Volontariato vuole dire aiutare le persone meno fortunate di noi e anche questa volta la persona che chiameremo il ”SOCIO”, perchè vuole rimanere anonimo, si muove in questa direzione.
Recentemente il furgone per il trasporto disabili in dotazione alla Pubblica Assistenza di Sasso Marconi è stato sostituito con un mezzo nuovo, il vecchio, seppur con qualche anno ma ancora perfettamente funzionante, si trova in conto vendita presso un centro specializzato per l’ allestimento di ambulanze e mezzi speciali.
Potrebbe essere un idea, pensa il ”SOCIO”, e subito ne parla con il Presidente e con i membri del consiglio direttivo della Pubblica Assistenza
i quali decidono all’ unanimita’ di ritirare il mezzo dalla vendita per donarlo a Ivan e alla sua famiglia.
Ora bisogna pero’ mettersi in contatto con Ivan,grazie alla collaborazione del comandante del nucleo dei Carabinieri di Zingonia (Bg), a cui fa capo territorialmente il paese del ragazzo,si riesce ad arrivare alla famiglia,che accoglie con entusiasmo l’ inaspettato regalo.
Nel giro di 3 giorni si preparano le pratiche burocratiche per la consegna del furgone; e Domenica 17 Gennaio 2010 una delegazione della Pubblica Assistenza parte di buon ora in direzione Lombardia,destinazione il comune di Verdellino.in provincia di Bergamo.
All’ arrivo dei nostri ragazzi li aspetta lo sguardo riconoscente di Ivan e la gratitudine della sua famiglia.
La mamma del ragazzo durante la consegna del mezzo,alla quale erano presenti tra gli altri,il comandante dei carabinieri e le autorita’ comunali del posto, dice:in questa brutta avventura abbiamo avuto numerosissime manifestazioni di solidarieta’ ,e’ bello sapere che ancora oggi esistono persone buone sempre pronte ad aiutare il prossimo,persone che a cui vorrei dire un grosso grazie sopratutto a nome di Ivan.
Il presidente della Pubblica Assistenza,Giovanni Tassi ,aggiunge,ricordando le tante persone che ogni giorno operano nel volontariato e nel sociale, : Un piccolo gesto fatto con il cuore,che spero renda la vita un po’ meno dura a chi e’ meno fortunato di noi.

Simone Gallini